Spedizione gratuita per gli ordini di campioni questo mese

Perché il riutilizzo dei tessuti è una delle soluzioni più sostenibili per produrre moda?

Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornati sulle novità del mondo della maglia: riceverete il 10% di sconto sul vostro primo ordine solo per esservi iscritti.

Ogni anno vengono prodotti milioni di tonnellate di abbigliamento. Si stima che la produzione tessile produca 1,2 miliardi di tonnellate di CO2 e consumi 79 miliardi di metri cubi di acqua dolce all'anno, con un impatto diretto sul pianeta e sull'ambiente. Inoltre, le tinture utilizzate per cambiare il colore dei tessuti contengono sostanze chimiche tossiche che vengono scaricate dalle fabbriche in fiumi e laghi, degradando gli ecosistemi circostanti e mettendo in pericolo la salute delle popolazioni vicine.

Per questi motivi la sostenibilità è stata riconosciuta come una delle principali preoccupazioni dell'industria tessile. L'azione è imperativa e sono urgentemente necessari processi produttivi innovativi che non siano dannosi per l'ambiente.

Lo spreco di tessuto, il più grande problema della moda

La realtà è che ogni anno vengono generate 92 tonnellate di rifiuti tessili, che vengono smaltiti in discarica o bruciati. Secondo un rapporto della Ellen MacArthur Foundation, ogni secondo viene smaltito o bruciato un camion della spazzatura pieno di tessuti. I tessuti scartati, comuni nei deserti come Atacama in Cile, impiegano centinaia di anni per biodegradarsi, danneggiando l'ecosistema e l'acqua.

Nel settore tessile, la sostenibilità va oltre l'uso di materiali organici e di metodi efficienti. Si tratta di affrontare l'intera catena di produzione, fino alla fase di progettazione, per essere più responsabili con i materiali che già esistono.
Ridurre ridurre gli sprechi, minimizzare le spese e accelerare il processo di produzione della moda, accedendo ai dati in tempo reale sul vostro stock interno con l'Upcycling Saas di Recovo.

Un approccio basato sull'economia circolare è la strada da seguire. Per mantenere i materiali in uso, sono necessari modelli di business innovativi e collaborazione lungo tutta la catena del valore.

Misurare l'impatto ambientale della moda

Scoprite l'acqua utilizzata, le emissioni di CO2 e di fosforo relative a un capo di abbigliamento o a una collezione di moda con il nostro calcolatore.

 

Riutilizzo: la migliore alternativa per combattere lo spreco di tessuto

I modelli circolari ci sfidano a ripensare il modo in cui produciamo la moda e il modo in cui la utilizziamo e la smaltiamo, ma presentano anche enormi opportunità per nuove imprese e/o modelli di business innovativi che contribuiscono agli obiettivi di sviluppo sostenibile applicando l'approccio delle 3R.

  • Riduzione: Misurare meglio le quantità di scorte necessarie per la produzione è una soluzione adeguata per evitare gli sprechi. Tuttavia, l'industria non è ancora strutturata in questo modo. Le aziende di solito si procurano una quantità extra di 5% del tessuto necessario per evitare errori di produzione e problemi in fabbrica.
  • Riciclaggio: Consiste nel trattamento delle fibre e dei resti di abbigliamento provenienti dal processo di produzione. Di recente diversi governi hanno proposto misure per migliorare il riciclo, come la Strategia per un tessile sostenibile e circolare delle Nazioni Unite. Sebbene il riciclaggio sia un'ottima soluzione per ridurre i rifiuti, utilizza comunque energia e risorse per scomporre e rigenerare i tessuti, quindi risolve solo una parte del problema.
  • Riutilizzo. L'alternativa più efficiente. Consiste nel riutilizzare le eccedenze tessili per evitare di crearne di nuove, cioè di usare i tessuti in eccedenza come materia prima per nuove collezioni invece di consumare risorse preziose per creare tessuti già esistenti. In questo modo, i marchi contribuiscono a un modello di moda circolare, l'opzione migliore per ridurre al minimo l'impatto ambientale poiché, contrariamente al riciclo, non è necessario produrre nuovi tessuti.
© Recovo Il ciclo di riutilizzo dei tessuti in un modello di moda circolare.
Riutilizzando gli scarti tessili, i marchi sono in grado di realizzare capi più sostenibili per i loro clienti e di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente.

1 metro di tessuto Recovo consente di risparmiare circa 5.700 litri d'acqua. 

Se siete un marchio che ha bisogno di tessuti per le vostre prossime collezioni, esplorate il nostro catalogo di tessuti circolari e contribuite a ridurre l'impatto ambientale della moda. 

Se la vostra azienda ha materiali in eccedenza come tessuti, filati o passamanerie, liberate spazio e guadagnate vendendoli ad altri marchi con Recovo. 

Non dimenticate di iscrivervi alla nostra newsletter per essere sempre aggiornati sulle novità del mondo della maglia: riceverete il 10% di sconto sul vostro primo ordine solo per esservi iscritti.

ESPLORATE LA NOSTRA SELEZIONE DI TESSUTI CIRCOLARI

Logo Recovo

SU RECOVO
Recovo crea soluzioni circolari per l'industria della moda. Copriamo vari aspetti dell'economia circolare per i marchi:

A mercato per la vendita di prodotti tessili in eccedenza e altri materiali; acquistare tessuti in giacenza e altri materiali; Servizi di riciclaggio per mettere in contatto i marchi di moda con le terze parti, e una Upcycling Saas per le aziende di gestire internamente la circolarità dei loro materiali.

Con sede a Barcellona, abbiamo una missione globale con i nostri siti web in Spagnolo, Francese, Italiano, Portoghese, Tedesco e Olandese.

Se volete saperne di più, vi preghiamo di contattateci.

Menu principale